top of page

Mobili contenitivi: la giusta soluzione per avere più spazio e ordine

Con l’annuncio di Marie Kondo che afferma che la sua casa è in disordine, mi è scappato un sorriso!


La regina dell’ordine confessa di essere in un momento della sua vita in cui ha la casa disordinata. Lei!

In ogni caso, quello che più conta della sua filosofia è che la cosa più importante è essere felici nella propria abitazione.


Sei d’accordo? Io di questo sono pienamente convinta.


Nella propria casa, si deve stare bene, a prescindere da tutto.


Gli elementi che ci circondano devono trasmetterci uno stato di benessere personale.


Ma al di là del fatto che la frase di Marie Kondo possa aver fatto scandalo o meno, qui voglio parlarti di arredamento e, nello specifico, di mobili contenitivi. Avere dei giusti spazi dove tenere in ordine i propri oggetti è fondamentale per avere una casa ordinata dove stare bene.


Marie credo sia d'accordo con questo e proprio come lei, e come credo la maggior parte delle persone nel mondo, anche noi professioniste non sfuggiamo alle problematiche legate al disordine, anzi! Ti racconto cosa è successo qualche tempo fa a casa mia.


La mia personale esperienza


Un annetto fa, ormai, ho avuto la necessità di riorganizzare quella stanza in più di casa per poter creare uno spazio “multiuso” dove lavorare ma che potesse essere adeguato all'occorrenza anche per fare esercizio fisico o per suonare.


In quella particolare situazione, mi sono resa conto che:


- avevo accumulato tantissimo materiale di vario genere quindi c'era bisogno di fare selezione, archiviare o eliminare;

- avevo bisogno di spazi diversi per ricollocare oggetti di vario tipo;

- dovevo eliminare il superfluo;

- volevo mettere via oggetti per me importanti legati ad alcuni ricordi;

- volevo sistemare oggetti di uso quotidiano o settimanale in modo da poterli recuperare facilmente.


Forse sta venendo in mente anche a te che hai in casa degli angoli da sistemare?


Bene, sappi che:

1. potrebbe essere un lavoro lungo, per il quale avevi sottostimato il tempo necessario;

2. scoprirai di avere oggetti di cui non ti ricordavi l’esistenza e potranno venir fuori alcuni ricordi;

3. fare decluttering è un'azione liberatoria! Personalmente mi fa stare molto bene;

4. quando avrai finito, sentirai una notevole soddisfazione.


Sì, lo so, sto stuzzicando l’idea di riorganizzare i tuoi spazi, vero!? Allora continua a leggere.


Mobili contenitivi: spazi misurati sulle tue necessità


L’arredamento non deve essere solo bello, piacevole alla vista, elegante o sofisticato, moderno o classico. I mobili in casa, oltre ad essere piacevoli da vedere, devono essere anche funzionali.


Quando ti parlo di mobili contenitivi, intendo proprio questo.


Cucina a tutta altezza realizzata su misura con spazi contenitivi e vani a giorno

I mobili devono risolvere la problematica di come organizzare gli oggetti che hai in casa. Servono in ogni stanza (non solo in una stanza jolly). In soggiorno, in corridoio, in camera da letto, questi mobili si compongono di mensole o scaffali con o senza ante, librerie, cassetti e credenze. Potrai “nascondere” gli oggetti che non vuoi lasciare in vista e organizzare in una composizione di quelli che vuoi vedere esposti (come un vaso, una foto o una candela).


Potrai così decidere come organizzare i tuoi spazi per ottenere quell’ordine necessario per stare bene in casa tua, per trovare quell’equilibro necessario che ti permetta di godere appieno dei tuoi ambienti.


Detto questo, mi rendo conto che tutto ciò può non essere facile.


Come organizzare gli spazi, come scegliere un mobile contenitivo, quali caratteristiche deve avere a seconda delle tue esigenze?


A tutte queste domande può dare risposta l’Interior Designer.


Il ruolo dell’Interior Designer


Ci sono angoli che puoi attrezzare anche in autonomia, soprattutto se sei amante del fai da te. Molte sono le opzioni possibili per organizzare ripostigli o corridoi, tenendo presente lo scopo di “archiviare” oggetti di vario tipo che facilmente potrai ritrovare. Puoi scoprire anche ottime idee online.


Ma, per una zona giorno curata, per una cameretta dei bambini ordinata o per uno studio jolly, puoi affidarti a specialisti nel settore dell’arredo.


Un buon Interior Designer partirà da alcune semplici domande per scoprire le tue reali esigenze. Vorrà capire da subito che cosa dovrai “contenere” nel mobile. Indagherà per capire se siete persone ordinate, di quanti vani avrete bisogno, se vorrete una vetrinetta o più cassetti, per esempio.


Insomma, l’Interior Designer, prima di proporvi delle soluzioni, vorrà capire come vivete la vostra casa.


Ecco alcune domande pertinenti che potrà farvi:


Avete figli piccoli? Avete animali domestici? Quanto vivete la casa? Siete sempre fuori per lavoro? Amate invitare amici e parenti? Vi piace guardare film in famiglia? Siete collezionisti? Siete amanti della lettura o della musica? Siete sportivi professionisti?


Ognuno di noi ha le proprie passioni e abitudini. Il mobile adatto per una famiglia potrebbe essere completamente sbagliato per un’altra. Il compito dell’Interior Designer è proprio quello di capire qual è la struttura più adeguata per ognuno.


Potrebbe sembrarvi un po’ impertinente, ma con tutte le domande che può farvi, vuole solo aiutarvi a fare la scelta migliore.


Mobile contenitivo sottotetto

Successivamente, si occuperà anche di selezionare per voi i materiali più adeguati, i colori, lo stile e la struttura, mostrandovi in definitiva le varie opzioni realizzabili per un arredamento non solo bello ma anche funzionale.


L’arredamento che dona benessere


Per tornare a Marie Kondo e alla sua teoria dell’ordine, mi piacerebbe che tu cogliessi questo concetto per poter vivere serenamente la tua casa:


la scelta del giusto mobile contenitivo per le tue esigenze è fondamentale a livello pratico per poterlo utilizzare al meglio. Ricordati però di circondarti di oggetti che ti fanno stare bene, che ti rievocano momenti piacevoli e che stimolino il tuo benessere. Elimina invece tutto quello che porta negatività in casa tua, che associ ad eventi dolorosi e avversi.


Con il giusto equilibrio, potrai veramente creare ambienti su misura per te, come è successo a me con il mio studio e con il resto della mia casa.


Giusto! Com’è andata con la riorganizzazione del mio studio? Confesso: ci ho messo del tempo a riorganizzare la stanza ma oggi sono pienamente soddisfatta!


Il mio consiglio definitivo è quello di prenderti del tempo per capire di cosa hai realmente bisogno e di farti consigliare da un buon Interior Designer.

82 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page